Che la memoria non sia solo per un giorno!

Oggi, Giorno della memoria della Shoah, giorno in cui si ricorda quanto il male più è banale più è distruttivo, più è stupido più uccide ogni dignità, voglio ricordare questo splendido film di Roman Polanski del 2002, “Il Pianista”. E’ la storia vera del pianista ebreo polacco Władysław Szpilman, sopravvissuto all’invasione della Polonia sino alla distruzione finale di Varsavia e alla liberazione da parte dei russi. Film bellissimo, struggente e straziante, con la musica di Chopin che perfettamente racconta questo tentare di sopravvivere nel ricordo della bellezza di poter sfiorare dei tasti di un pianoforte e produrre musica. Il film vinse due Oscar come miglior regia e migliore attore protagonista per Adrian Brody, bravo da far venire la pelle d’oca ad ogni inquadratura. Goebbels citava sempre una frase di un’opera teatrale di Hanns Johst, che suonava  “quando sento la parola cultura, metto mano alla pistola“, Abbado diceva che la cultura è ciò che permette di distinguere il bene dal male. Non siamo usciti da quel tunnel di follia e forse l’unica salvezza rimane raccontare cosa accadde e cosa purtroppo ancora accade ai nostri figli e far capire loro che essere curiosi, leggere, ascoltare musica, sapere, essere coscienti del proprio essere cittadini rimane ancora l’unica arma vincente contro la banale e stupida follia umana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...